mercoledì 25 febbraio 2015

Gnocchetti con broccoli siciliani, pinoli e uvetta

Allora, eccomi una tantum, però meglio poco che niente! E prima che finisce la stagione devo per forza postare la ricetta di questi gnocchetti, perchè sono troppo buoni. Si parla di broccoletti siciliani, che preferisco di gran lunga ai nostrani romani, perchè sono più delicati e sembrano davvero più leggeri a mangiarli, ma forse è solo una mia impressione. Questa ricetta l'ho personalizzata  con pinoli, zafferano e uva essiccata di Corinto, in vendita nei comuni supermercati, più piccola rispetto all'uvetta tradizionale e di colore più rossiccio, usata senza essere ammorbidita in precedenza (perchè non mi piace la consistenza molliccia);  Potete sostituire gli gnocchi con un altro tipo di pasta, meglio se lunga, come i bucatini ma secondo me non è la stessa cosa.


Ingredienti per c.ca 4 persone:
500 gr di gnocchi (preparati in casa come mostrato qui);
600 gr. di broccoletti siciliani (1 pianta);
mezza cipolla;
40 gr. di uva passa di Corinto;
40 gr. di pinoli
1 bustina di zafferano;
parmigiano reggiano grattugiato;
olio di oliva, sale e pepe q.b.

Puliamo i broccoletti utilizzando solo le cime e scartando le foglie, tuffiamoli in acqua bollente per un minuto e scoliamoli. Versiamo qualche cucchiaio di olio in una padella, facciamo soffriggere la cipolla tagliata fine, uniamo i broccoletti (se sono grandi, tagliati a metà); saliamo, pepiamo e facciamoli saltare 2 o 3 minuti a fiamma piuttosto vivace; uniamo i pinoli e dopo ancora un minutino abbassiamo il fuoco, uniamo l'uvetta e lo zafferano sciolto in poca acqua di cottura della pasta che nel frattempo avremmo messo a bollire; copriamoli e lasciamoli cuocere ancora qualche minuto. Scoliamo gli gnocchi con un mestolo forato e mettiamoli direttamente in padella; mescoliamoli con un leccapentole flessibile, in modo che non si attacchino fra loro e non diventino collosi (se necessario aggiungiamo ancora un pò di acqua di cottura); cospargiamo di parmigiano grattugiato e serviamo ben caldi. 

Nessun commento:

Posta un commento